15.48 WATCHES

15.48-932.jpg

Il tempo è inarrestabile, è come l’acqua, con la mano non riusciamo a trattenerla, ci scorre via tra le dita.
Non possiamo fermare il tempo. Possiamo solo ricordare un attimo, fissarlo, segnarlo sul segnatempo. 15.48 è l’attimo che avrei voluto fermare, trattenere per me.

Alle ore 15.48 il mio mondo si è fermato. Mi è parso che il tempo non scorresse più, e tutto intorno a me si sfumasse nell’infinito.
Il passato, il presente , il futuro sono fusi in un unico istante: 15.48.

L’istante in cui si è creata la mia macchina del tempo, l’istante da cui è ripartito il mio tempo.